ITA
ENG
tecnica mista su tavola,firmato,datato e titolato sul retro, 10/04/1959, cm75 x 54

Provenienza
Collezione privata - Germany

Structures Monochromes Rouge (A 0009)

Bernard Aubertin è nato nel 1934 a Fontenay-aux-Roses, in Francia. Intorno al 1951 comincia l’apprendistato alla Scuola d’Arte Decorativa. Folgorante è l’incontro con Yves Klein nel 1957, che lo porta a realizzare, l’anno successivo, le sue prime quattro tavole monocrome rosse. La scelta di questo colore è spontanea, impulsiva e lo libera da ogni manipolazione cromatica del disegno, del grafismo e della composizione. La sua ricerca si caratterizza per l’uso esclusivo del rosso, tinta privilegiata e simbolo di sangue e al tempo stesso dell’elemento fuoco. Nel 1961 partecipa al gruppo ZERO di Düsseldorf insieme a Mack, Piene, Uecker e nel 1957/58 al gruppo NUL di Amsterdam. Entra in contatto anche con Piero Manzoni e Lucio Fontana. Parallelamente ai monocromi nel 1961 realizza i suoi primi tableaux feu (quadri fuoco), e nel 1962 i primi libri bruciati che riprenderà con Livres brûlés et à Brûler (libri bruciati e da bruciare) aggiungendo fiammiferi esplosivi, micce, bastoncini di fulminato, sacchetti di polvere fumogena, ceri, fiammiferi candidi ecc. all’interno di ogni pagina del libro e invitando lo spettatore a bruciare il libro. La sua è una curiosità legata al lavoro del fuoco e al riflesso della fiamma. Dice della sua opera: «Ci sono due colori nella mia opera, quello del fuoco, della caramellizzazione, della cremazione del nero o quello rosso della pittura dei monocromi.» Dai tableaux clous (quadri chiodi) che essendo ricoperti di vernice, rappresentano perfettamente le fiamme; ai tableaux fils de fer (quadri fil di ferro), ai dessin de feu (disegni di fuoco) o ancora i parcours d'allumettes (percorsi di fiammiferi), fino ad arrivare alle performances dei pianoforti dati alle fiamme che risalgono al 1988, alle automobili bruciate e le semema degli anni Novanta. La sua attività artistica si è svolta principalmente a Parigi, poi a Brest ed è stata costellata da frequenti soggiorni italiani tra gli anni '70 e gli anni '90. La sua opera monocroma recentemente si è sviluppata verso monocromie nere, bianche o oro. Attualmente vive e lavora a Reutlingen,

One Artist Exibition :
Selected Exhibitions



2013 Accrochage, Galerie Peter Zimmermann, Mannheim, Germany



2008 Georges Noël: Origins of Graffiti, Fifty Years of Painting, AMT Fine Arts, Greenwich, CT (solo)



2002 Palimpsest- Georges Noël, Haim Chanin Fine Arts, Paris, France (solo)



1984 Retrospective, Centre National des Arts Plastiques, Paris, France



1965 Salon des Réalités Nouvelles, Paris, France



1964 Promesses tenue, Musée Galliera, Paris, France
Documenta III, Kassel, Germany



1963 Salon International des galeries-pilotes, Lausanne, Switzerland
Grandes et Jeunes d’Aujourd’hui, Paris, France



1963 Paris Biennale, Paris, France



1960 Salon Comparaison, Paris, France
Studio Facchetti, Paris, France



1959 Salon des Réalités Nouvelles, Paris, France
Paris Biennale, Paris, France



1958 Neues aus der neuen Malerei, Stadtisches Museum, Leverkusen, Germany


Selected Public Collections



Neuberger Museum of Art, SUNY Purchase College, Purchase, NY



Schlunberger, Ltd., France



Solomon R. Guggenheim Museum, New York City



Städtische Kunsthalle Mannheim, Mannheim, Germany



Tajimi Art Institute, Tajimi, Japan



Walker Art Center, Minneapolis, MN



Kunsthalle, Mannheim, Germany



Larry Aldrich Museum, Connecticut



Mannheimer Versicherungen, Mannheim, Germany



Metropolitan Museum of Art, New York City



Musée de Brou, Bourg-en-Bresse, France



Musée des Beaux-Arts, Lausanne, Switzerland



Musée des Beaux-Arts, Menton, France



Musée des Beaux-Arts et d’Histoire Naturelle, Valence, France



Museum Sztuki, Lodz, Poland



Nationalgalerie, Berlin, Germany



Fonds region de l’Ile-de-France, Paris, France



Fondation Niels Onstad et Sonja Henje, Norway



F.R.A.C., Alsace, France



F.R.A.C., Centre, France



The Fred Jones Jr. Museum of Art, Norman, OK



Gray Art Gallery, New York City



IBM, Canada



Isi Cultural Foundation, Tokyo, Japan



Israel Museum, Israel



Kulturhaus der Stadt, Ludwigshafen, Germany



A.D.A.C., Saint Priest, France



Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, NY



Baltimore Museum of Art, Baltimore, Maryland



Bibliothèque Nationale, Paris



Carnegie Institute, Pittsburgh, PA



Chase Manhattan Bank, New York City



Cité de la Musique, Paris



City Art Museum, St. Louis, Missouri



F.N.A.C.



Fonds Nationals d’Art Contemporain, FNAC, Paris, France

Bernard* Aubertin