ITA
ENG
Olio su tela,firmato,titolato e datato ''Orange Lift'' Budd '51(sul retro)., 1951, cm.180x180

Provenienza
-Galleria Stadler,Parigi
-Christies auction,Parigi

Esposizioni
-Galleria Stadler,Parigi

Orange Lift ()

avid Budd, un pittore astratto, è morto ieri a casa sua a Sarasota, Fla. Aveva 64 anni. È morto di insufficienza cardiaca, ha detto un'ex moglie, Corcaita Christiani di Sarasota, che ha dichiarato di essere stato malato per qualche tempo. Il signor Budd era meglio conosciuto per enormi tele orizzontali coperte da migliaia di piccoli colpi di spessore di vernice. Di solito monocromatiche, con tonalità preferite, con azzurro o nero scuro, queste superfici fortemente tattili hanno combinato aspetti dell'espressionismo astratto e del minimalismo, mentre sono indirettamente naturalistici. I loro ritmi spostanti e le texture spesso mescolanti potrebbero evocare dolcemente ondulazioni onde, dune o colline. Budd è nato il 31 marzo 1927 a San Pietroburgo, Florida. Ha studiato alla Scuola di Arti e Disegno di Ringling a Sarasota alla fine degli anni '40, intenzione di diventare architetto, ma si è spostato alla pittura dopo aver visto un film dell'expressionista astratto Jackson Pollock al lavoro. All'inizio è rimasto in Florida, dipingendosi e sostenendosi lavorando per i Circus di Fratelli Christiani, dove incontrò la signora Christiani, una ballerina equestre. Prima mostra personale La coppia si trasferì a New York nel 1952 e, verso la fine del 1950, il signor Budd aveva sviluppato il suo stile monocromo spessore. Ha avuto la sua prima mostra personale presso la Betty Parsons Gallery nel 1958. Ha passato i primi anni '60 a Parigi, dove ha esposto presso la Galerie Stadler, tra cui una mostra di dipinti su cui ha collaborato con lo scrittore William S. Burroughs. Il sig. Burroughs ha successivamente dedicato un libro, "Le ultime parole del Dutch Schultz", al signor Budd. Negli anni '70 e '80 il Budd aveva diverse mostre a New York presso la galleria Tibor De Nagy, la Max Hutchinson Gallery e la Susan Caldwell Gallery. Il suo lavoro è rappresentato nelle collezioni del Museo Metropolitano d'Arte, del Museo d'Arte Moderna e del Museo Solomon R. Guggenheim. Il matrimonio di Mr Budd con la signora Christiani si è concluso con il divorzio, così come ha fatto un secondo. È sopravvissuto da una figlia del primo matrimonio, aprile Budd Thurber di Sarasota, quattro nipoti e un nipote.

David* Budd